Un sorriso di scherno

<<Lo guarda e un sorriso di scherno si mesce ad un'occhiataccia acidula. "È sarcasmo!", bisbiglia. Rincuorante l'effetto catartico dell'ironia. Ma oggi saprebbe far tacere chiunque. Solo le guance color vino la tradiscono. Lei pensa a quelle persone ostiche che sussurrano ai ricordi, i fantasmi del passato di una prima infanzia, una prima adolescenza, una prima … Leggi tutto Un sorriso di scherno

Anima bohémien

Aggrovigliarsi lento e inesauribile del pensiero, fluida matassa del giaciglio insonne, lacrime boho di puro disfattismo radical. - È già ora di andare? - Treni, aurore, baci assassini, il ricordo teme l'incantesimo del peccato. Verrà il tempo della partenza! Ora forse si può ancora sognare: catastrofi d'oblio e speranze clandestine, vagabondaggi d'anime. È il tempo … Leggi tutto Anima bohémien

Cos’è la libertà?

La libertà, cos'è la libertà? L'ho cercata in un tramonto fuggevole in capo al mondo, zaino in spalla, avendo perennemente la sensazione che più l'afferrassi, più mi sfuggisse di mano. L'ho cercata in qualche metropoli europea. L'ho cercata al galoppo di un destriero, cavalcando verso praterie selvagge. L'ho cercata in una notte di baldoria, lontana … Leggi tutto Cos’è la libertà?

Non sono mainstream

Non sono mainstream. Per piacere dovrei indossare uno di quei vestiti boho-chic comprati su Shein o da Zara. Tutti quei capi che fanno molto street style o sbronza post concerto rock non si addicono di certo a una signora. Poi, dovrei rifilare qualche copia dei miei libri qua e là, facendo bassa promozione. Dovrei, anche, … Leggi tutto Non sono mainstream

Sono stanca di sopravvivere

Sta passando un'altra estate. Puntualmente, mi trovo sul dondolo a farmi cullare dalla brezza estiva, in una notte stellata. Lascio la mia casa in città, perché l'afa estiva mi deturpa. Trovo rifugio in campagna, nel piccolo paese dove sono nata. Puntualmente, qui. Non sono mai stata scaramantica, ma sto maturando la consapevolezza che ognuno sia … Leggi tutto Sono stanca di sopravvivere

Chiudi gli occhi, sogna e ricomincia

Una verniciata di smalto sulle unghie. Un velo di rossetto. Rosso fuoco. Che ne è stato di tutta quella passione? Che ne è stato del loquace bisbiglio dei tuoi pensieri? Della fluttuazione dispotica di ideologie vulcaniche? Non credi più, ragazza. Hai smesso di credere. Prima ti bastava uno zaino e un biglietto del treno per … Leggi tutto Chiudi gli occhi, sogna e ricomincia

Quelle come me

Guarda, quelle come me devono dare una mano alla fortuna. Devono guadagnarsi ogni singolo giorno sulla Terra. Quelle come me vivono, senza aver mai avuto una vita. L'incantesimo è evanescente. Non hanno scarpette di cristallo ma marasma e animi in disordine. Tanti cavalieri erranti, nessuno che le voglia davvero. Erano adolescenti ribelli, oggi sono trentenni … Leggi tutto Quelle come me

Le ONG, i complimenti che non fanno piacere, gli stereotipi e Catullo galeotto.

Ho rinunciato al lavoro con l'ONG per cui sogno di partire alla volta delle zone problematiche. Così per dimenticare mi sono fatta almeno una birra al giorno e già che c'ero uno Spritz. E poi pure un Prosecco. Mentre mi trastullo nella nullafacenza totale ripenso al mio discorso filantropico su Adama e Zalissa. Due spose … Leggi tutto Le ONG, i complimenti che non fanno piacere, gli stereotipi e Catullo galeotto.

Il concetto di Femen nell’accezione maschile della società: la prostituzione del sesso debole

Il femminismo spiccio si fonda su concetti basilari che pongono le fondamenta della nostra società: il diritto di aborto, il divorzio etc. Battaglie affrontate negli anni 60 e 70, almeno nel nostro Paese (vedi i diritti d'aborto non sanciti dalla Polonia e da altri paesi), quando la Bonino si dilettava con le pompe delle biciclette. … Leggi tutto Il concetto di Femen nell’accezione maschile della società: la prostituzione del sesso debole