Quiescenze e catastrofi

Sono viva di quiescenze e catastrofi. Ho vissuto nella libertà infinitesimale, arrogandomi diritti inalienabili. Scossa, spesso, e riversa di corpo esamine come mera puttana di strada. E sempre - come mera puttana di strada - di gioia pazza e bulimia di vita sono assuefatta. Dolori intrinseci mi hanno soggiogata, fardelli ingombranti, catastrofi di oblio. Nella … Leggi tutto Quiescenze e catastrofi

Anima bohémien

Aggrovigliarsi lento e inesauribile del pensiero, fluida matassa del giaciglio insonne, lacrime boho di puro disfattismo radical. - È già ora di andare? - Treni, aurore, baci assassini, il ricordo teme l'incantesimo del peccato. Verrà il tempo della partenza! Ora forse si può ancora sognare: catastrofi d'oblio e speranze clandestine, vagabondaggi d'anime. È il tempo … Leggi tutto Anima bohémien

Cos’è la libertà?

La libertà, cos'è la libertà? L'ho cercata in un tramonto fuggevole in capo al mondo, zaino in spalla, avendo perennemente la sensazione che più l'afferrassi, più mi sfuggisse di mano. L'ho cercata in qualche metropoli europea. L'ho cercata al galoppo di un destriero, cavalcando verso praterie selvagge. L'ho cercata in una notte di baldoria, lontana … Leggi tutto Cos’è la libertà?

Non sono mainstream

Non sono mainstream. Per piacere dovrei indossare uno di quei vestiti boho-chic comprati su Shein o da Zara. Tutti quei capi che fanno molto street style o sbronza post concerto rock non si addicono di certo a una signora. Poi, dovrei rifilare qualche copia dei miei libri qua e là, facendo bassa promozione. Dovrei, anche, … Leggi tutto Non sono mainstream

Sono stanca di sopravvivere

Sta passando un'altra estate. Puntualmente, mi trovo sul dondolo a farmi cullare dalla brezza estiva, in una notte stellata. Lascio la mia casa in città, perché l'afa estiva mi deturpa. Trovo rifugio in campagna, nel piccolo paese dove sono nata. Puntualmente, qui. Non sono mai stata scaramantica, ma sto maturando la consapevolezza che ognuno sia … Leggi tutto Sono stanca di sopravvivere

Chiudi gli occhi, sogna e ricomincia

Una verniciata di smalto sulle unghie. Un velo di rossetto. Rosso fuoco. Che ne è stato di tutta quella passione? Che ne è stato del loquace bisbiglio dei tuoi pensieri? Della fluttuazione dispotica di ideologie vulcaniche? Non credi più, ragazza. Hai smesso di credere. Prima ti bastava uno zaino e un biglietto del treno per … Leggi tutto Chiudi gli occhi, sogna e ricomincia

Manlia e Baby Jane

Manlia ora sapeva che aveva sbagliato tutto e nuove consapevolezze si ergevano dispotiche nel subconscio. Il suo fare malandrino-boccata d'ossigeno-con quelle fughe rocambolesche e il suo senso incorruttibile di ribellione, l'essersi prestata alla ricerca di spazi pieni di vizi, erano azioni che potevano essere dischiuse da un romanzo di Fitzgerald ma il tutto non coincideva … Leggi tutto Manlia e Baby Jane